È iniziata a Torino la protesta dei taxi contro il ddl Concorrenza. L’adesione è praticamente totale visto che per la prima volta dopo tanti anni la giornata di mobilitazione è stata decisa da tutte le sigle sindacali. Che chiedono lo stralcio dell’articolo 8 dal disegno di legge e l’avvio delle riforme previste dalla normativa approvata nel 2019.

Presidi di auto bianche sono già in corso davanti alle stazioni, altri taxi si concentreranno in centro in piazza Vittorio Veneto. I tassisti raggiungeranno a piedi piazza Castello dove ci sarà un presidio. Sono garantiti i servizi sociali.

Da Torino sono partite alcune decine di taxi per raggiungere Roma dove ci sarà la manifestazione nazionale.

Articolo precedenteDeep Purple, nuovo album dal 26 novembre
Articolo successivoDal Piemonte nasce il coordinamento dei consiglieri comunali contro il green pass
Giornale indipendente di Torino.

Rispondi