Installato dalla giunta Chiamparino nell’estate del 2009, era stato poi disattivato perché il codice della strada non consentiva simili impianti su una carreggiata unica sia pure molto ampia.

L’annuncio, dato con fierezza dai vigili urbani, permette di aggiungere alla città un altro sistema per fermare gli automobilisti spericolati. 

Dopo anni di polemiche, le regole sono cambiate e ciò ha permesso la riattivazione delle telecamere, che multavano chi andava troppo veloce, nel tratto tanto discusso di corso Moncalieri.

Sanzioni se si supera il limite:

Fino a 10 km/h oltre il limite
Multa da 41 a 168 euro

Da 10 a 40 km/h oltre il limite
Multa da 168 a 674 euro
Decurtazione 3 Punti dalla Patente di Guida

Da 40 a 60 km/h oltre il limite
Multa da 527 a 2.108 euro
Decurtazione 6 Punti dalla Patente di Guida
Sospensione della Patente (da 1 a 3 mesi)

Oltre i 60 km/h dal limite
Multa da 821 a 3.287 euro
Decurtazione 10 Punti dalla Patente di Guida
Sospensione della Patente (da 6 a 12 mesi)

Ma corso Moncalieri non è la sola via che ha visto riattivare un autovelox. Infatti e sempre dopo diverse polemiche, torna l’autovelox di Corso Margherita.

Articolo precedenteGoverno al bivio: o ‘Conte 3’ o Draghi?
Articolo successivoCuneo, l’ospedale sospende interventi non urgenti

1 commento

Rispondi