Continua a salire in Piemonte la curva dei contagi da Covid-19, quasi 3 mila nelle ultime 24 ore, mentre con 19 nuovi decessi le vittime dall’inizio della pandemia superano quota 4.300.  

l’aumento dei ricoveri: i pazienti in ospedale sono 2.372, di cui 135 in terapia intensiva. Per far fronte alla necessità di posti letto di bassa e media intensità, nelle ultime ore la Regione ha bussato alla porta dell’Esercito, con cui ha già collaborato nella prima fase dell’emergenza. L’obiettivo è quello di allestire strutture modulabili all’esterno degli ospedali.

A lanciare l’allarme, chiedendo l’allestimento di un’area modulare di degenza, sono stati Anaao e Nursind Piemonte (il sindacato delle professioni infermieristiche): “L’andamento esponenziale della curva epidemica è preoccupante.

La crescita del numero di ricoveri ospedalieri è tale che tra pochi giorni supereremo quelli del picco di aprile“, è la previsione dei sindacati, che parlano di “ospedali prossimi al collasso

Anaao e Nursind suggeriscono “di valutare l’area Lingotto Fiere o di rivalutare le Ogr“, le Officine Grandi Riparazioni trasformate in ospedale da campo la scorsa primavera.

Questa mattina, il Nursind segnala anche la criticità della situazione al pronto soccorso dell’ospedale di Chivasso, a causa dell’iperafflusso di pazienti sospetti Covid.

Non si riescono a ricoverare i pazienti e attualmente ne sono presenti circa 100 in pronto soccorso con zero barelle a disposizionespiegano dal sindacatourge reperire immediatamente posti letto“.

Il sindacato aveva preannunciato l’allarme sulla tenuta del pronto soccorso di Chivasso già nei giorni scorsi.

Articolo precedenteLa rabbia dei bar del centro ‘è la mazzata definitiva’
Articolo successivoSaluto finale alla telecamera dopo il furto, preso il ladro seriale

Rispondi