Una delle maggiori attività di CasaPound è sicuramente la consegna alimentare per gli italiani in difficoltà. Anche con la pandemia e il lockdown forzato, CasaPound Italia Torino si è distinta per continuare l’aiuto concreto verso gli italiani in difficoltà, consegnando pacchi alimentari a domicilio o facendo la “spesa” per chi non è autosufficente.

“Col passare dei giorni sono decine le famiglie che si sono rivolte al Movimento per ricevere un pacco alimentare in un momento tanto delicato per le tasche di ognuno” dichiara Matteo Rossino, responsabile torinese, “in genere sono gli ultimi, coloro che vengono costantemente dimenticati dai decreti a singhiozzo del governo giallofucsia. Sono i veri invisibili, cioè quegli italiani che normalmente lavorano saltuariamente o non lavorano affatto, e che oggi ancor di più non riescono letteralmente a mettere insieme il pranzo con la cena”.

Fra ministri che si commuovono a scena aperta per i clandestini irregolari e decreti fumosi, c’è qualcuno che pensa al presente dei concittadini, senza false promesse future. Sono gli stessi che furono accusati da chi oggi è al Governo di “voto di scambio”, mentre notiamo che anche con una pandemia globale e senza elezioni alle porte, CasaPound continua la sua opera e qualcuno un giorno dovrà fare i conti con la realtà: qualcuno ha mangiato grazie a loro. Non è poco.

Articolo precedenteLopalco, “le pandemie aumenteranno”
Articolo successivoFormula 1: è ufficiale, Carlos Sainz al posto di Vettel

Rispondi