I cani hanno bisogno di dormire ed apprezzano molto di poter godere di un sonno di qualità.
Per un cucciolo le corrette ore di sonno sono fondamentali nella crescita poiché rappresentano il momento in cui avviene l’elaborazione delle esperienze fatte, la sedimentazione di ciò che ha imparato durante la veglia, nonché la possibilità di defaticare in quanto individuo in crescita.

Ad esempio se stiamo vivendo con un cucciolo che va dai tre ai sei mesi, sarà bene, per una crescita crescita equilibrata, permettergli di dormire almeno 16 – 18 ore al giorno, creando dei veri e propri “rituali della nanna” cadenzati a ore prestabilite e sempre uguali, in cui ci si muove di meno e si fa meno rumore. Durante il sonno, il cucciolo non sarà svegliato né con carezze per le coccole né con parole, così da permettere un vero momento di ristoro.
E’ frequente incontrare cuccioli di 5 o 6 mesi definiti molto “scapestrati” dai famigliari umani, ma quando la famiglia adottiva è guidata ad instaurare i rituali del sonno corretti, i cuccioli, “come per magia”, si tranquillizzano.
Anche i cani adulti apprezzano la possibilità di riposare, senza avere elementi di disturbo ad interrompere il sonno, che dovrebbe andare dalle 12 -14 ore al giorno.
Non è raro osservare i cani durante un sogno: le zampe si muovono rincorrendo una preda, le vibrisse (i baffi) fremono, alcuni addirittura abbaiano sommessamente per scacciare chissà quale intruso.

bonus

E’ importante non svegliare mai un cane durante il sonno/sogno, ma se lo si deve fare è consigliabile avvisarlo con la voce o un tocco leggero sulla coscia in modo che non ci siano fraintendimenti, ed egli, preso alla sprovvista, non manifesti un comportamento avversativo del tutto comprensibile (anche noi non siamo contenti quando veniamo svegliati all’improvviso).
Anche la zona di riposo è importante: è opportuno che il cane possa avere più punti dove dormire (uno in zona giorno ed uno in zona notte ad esempio) così che, essendo un animale sociale, possa condividere lo stare insieme anche senza far nulla, con le persona che per lui sono un riferimento affiliativo. La zona del sonno dovrà preferibilmente essere lontano da elementi rumorosi (lavatrice, ecc.), non sarà in un luogo di passaggio (corridoio) e magari anche lontano dl calorifero (in inverno il caldo secco può compromettere le prime vie respiratorie).

Non è importante la bellezza della cuccia (ai cani non interessano i disegni o i lustrini), importante invece ad esempio, è che la cuccia abbia i bordi rialzati e il cane possa trovare più strati di stoffa da scavare all’interno, ovvero possa agire con le zampe anteriori spostando ad esempio dei pezzi di straccio, creandosi un giaciglio, diciamo, “su misura”.
Permettere al cane che vive con noi di dormire sereno, senza stuzzicarlo svegliandolo in continuazione, favorirà la sua crescita equilibrata se è ancora cucciolo ed una convivenza serena se è adulto, permettendo a tutti umani compresi di dedicarsi alle attività che più aggradano.

Rispondi