Riaprono i luoghi sacri dell’Iran, dopo la chiusura per la pandemia di metà marzo. Riapriranno domani in contemporanea con l’Eid el Fitr, la festa islamica che celebra la fine del Ramadan.

Ad annunciare la disposizione è il presidente iraniano Hassan Rohani, precisando che i siti religiosi resteranno aperti dall’alba al tramonto.
Parlando alla riunione quotidiana del quartier generale della lotta al coronavirus, Rohani ha aggiunto che i dipendenti degli enti governativi torneranno al lavoro a partire dal 30 maggio. Le autorità iraniane avevano riaperto part-time le agenzie governative dall’11 aprile, dopo un breve lockdown per contenere la pandemia.

Articolo precedentePiazza d’Armi, ghanese abusivo (già espulso) arrestato per atti osceni davanti alle famiglie
Articolo successivoMovida, la rabbia dei locali ‘così comprano da abusivi e usano i dehors’
Cronaca, quartieri, politica, esteri

Rispondi