Non si fermano le truffe ai danni di persone anziane nella cintura sud di Torino. Un nuovo episodio è avvenuto a Nichelino dove una pensionata di 89 anni è stata raggirata da due finti vigili urbani.

L’anziana, residente in via Stupinigi, ha commesso l’errore di aprire la porta di casa, quando le hanno suonato al campanello, facendo entrare i truffatori, che si erano subito premurati di spiegarle che stavano facendo controlli in tutte le abitazioni per vedere come stavano gli anziani, dopo il lungo periodo legato al lock-down.

Una volta in casa, uno dei due ha portato la nonnina in bagno per un fare un presunto controllo della qualità dell’acqua, mentre l’altro arraffava i soldi, gli oggetti preziosi e tutto quello che poteva. Poi in pochi istanti sono usciti di casa, dicendo che era tutto a posto.
Quando l’89enne si è accorta di quello che era successo, ha iniziato a gridare per lanciare l’allarme, ma ormai era troppo tardi.

Articolo precedenteFilippino ‘distratto’ arrestato per spaccio, il racconto
Articolo successivoIl nuovo assetto geopolitico Iran-Venezuela non piace a Israele, che li ‘spia’
Cronaca, quartieri, politica, esteri

Rispondi