Per mesi ha perseguitato il vicino di casa e alla fine gli ha pure sparato con un fucile ad aria compressa ferendolo. I carabinieri di Nichelino hanno così arrestato per atti persecutori e lesioni un 46enne.

Il colpo di fucile ha procurato alla vittima una ferita alla regione ombelicale che è stata giudicata guaribile in 5 giorni.

I militari sono intervenuti in via Trento. L’uomo ferito ha dichiarato di essere vittima da circa 1 anno degli atteggiamenti persecutori e molesti del 46enne, per i quali però non aveva sporto alcuna denuncia.

La perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire due fucili ad aria compressa e una pistola tascabile, Flobert, tutti sequestrati.

Articolo precedenteL’avvocato: difendere il proprio posto di lavoro con la crisi post-lockdown
Articolo successivoNovità del trasporto pubblico con le scuole: capienza e cartelli per i posti

Rispondi