Nuova contestazione per la ciclabile di via Nizza, questa volta a contestare l’operato della giunta Appendino sono stati gli attivisti di Torino Tricolore. Nella notte i militanti hanno affisso uno striscione con su scritto ‘ciclabile inaugurata, strada dissestata’.

“Con questo striscione abbiamo voluto far notare alla giunta Appendino, tanto orgogliosa delle sue piste ciclabili, lo stato in cui invece versano le strade di Torino. Argomento del quale sembra non interessarsi” ha dichiarato Matteo Rossino di Torino Tricolore.

Ciclabile via Nizza, le ragioni della (ennesima) protesta

“Proprio lungo via Nizza, dove è nata la tanto contestata pista ciclabile, le strade sono in uno stato pietoso. Oltre che pericolose per i mezzi a due ruote e dannose per le sospensioni delle auto”. Prosegue la nota “a partire dalla zona di Porta Nuova, fino al Lingotto, la strada è cosparsa di crateri“.

“Prima di pensare alla ciclabile, costruita senza logica e dannosissima per la viabilità e per le casse dei commercianti” – ha concluso Rossino – il comune avrebbe dovuto sistemare una volta per tutte il ma to stradale e, solo dopo, pensare ad altro”.

Rispondi