Torna a colpire il ‘Ministero della Verità’. Dopo i manifesti stile 1984 di Orwell contro Boldrini, Conte e Di Maio, è stata la volta del sistema dello spostamento sharing: centinaia di adesivi con la scritta ‘affitta questo mezzo per andare a lavorare, così potrai affittare questo mezzo per andare a lavorare’ hanno letteralmente tappezzato i mezzi a due ruote di Torino, dai monopattini alle biciclette.

Non pare essere un sabotaggio, dato che gli adesivi non colpiscono i QRCode o i sistemi per poterle utilizzare, per cui è una operazione più ironica che vuole sensibilizzare un sistema che non può reggere: l’uomo proprietario di nulla che è obbligato a spendere i soldi che guadagna (chi ha ancora un lavoro) per pagare servizi, tasse e bollette.

Una operazione anonima che ci è stata segnalata da tanti utilizzatori dello sharing, per cui non è passata inosservata. L’azione non è ancora stata rivendicata dalla pagina facebook del fantomatico “Ministero”.

Articolo precedenteMaxi operazione antidroga, sequestrati 7kg di cocaina e 150kg di Marijuana
Articolo successivoL’ennesima vergogna: scadenze irpef e ires spostate di 20 giorni
Giornale indipendente di Torino.

Rispondi