Una diffusione, successiva agli scontri della scorsa settimana a Torino, della protesta per l’ultimo Dpcm, appare così su i social. Si intitola “Consigli per la rivolta” ed è un vera e propria guida per gli scontri in piazza.

Si legge: ‘Copri sempre il volto, indossa i guanti per non lasciare impronte, usa vestiti comuni non appariscenti e senza dettagli riconoscibili‘.
L’invito, consiglia, che in caso di ferite recarsi in ospedali più lontani possibili dagli scontri per evitare di essere identificati.

In caso di arresto non infamare e non credere alla polizia. Non parlare con i giornalisti e di non fare foto.
Infine l’invito a ‘non far girare foto o video su internet’ dove, invece, bisogna far girare i luoghi e gli orari per gli appuntamenti.
Questura Torino al lavoro su manuale, la Digos indaga.

Articolo precedenteChivasso, identificato il cadavere trovato ieri
Articolo successivoOspedale da 500 posti al posto di ‘Natale in giostra’

Rispondi