Sabato 18 luglio 2020 è stata inaugurata a Rivoli, al Museo La Casa del Conte Verde, la mostra di pittura e incisione a cura di Angela Calderan “L’immaginario nell’arte fra astrazione e figurazione”; la direzione artistica è a cura di Roberto Borra. Sarà possibile ammirare le opere artistiche dal 18 luglio al 30 agosto 2020, dal martedì al venerdì dalle ore 16.00 alle ore 19.00, e sabato e domenica dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 19.00 (per il mese di luglio nei giorni venerdì e sabato l’apertura serale avverrà fino alle ore 22.00); il costo dell’ingresso è di 5 euro, 3 euro quello ridotto e con tessera Musei gratuito (i cittadini rivolesi che presenteranno uno scontrino di acquisto effettuato in un negozio del territorio non pagheranno l’ingresso).

Il direttore artistico Roberto Borra ha dichiarato “La nostra idea è quella di cercare luoghi che abbiano un’anima antica ma proiettati nel contemporaneo, perché l’arte è un po’ rappresentativa di tutto questo, della storia dell’uomo e della storia dell’arte. Quindi dobbiamo ricongiungerci a quello che è il passato, e tale location è straordinaria da questo punto di vista: parliamo di Medioevo, però lo attualizziamo in qualche modo attraverso la visione di quindici artisti contemporanei emergenti (a parte Ugo Grassi, che lavorava negli anni ’50-‘60, e quindi è storicizzato) di grande livello, alcuni internazionali e altri internazionali, che lavorano con grande spirito e grande qualità, la stessa che ritroviamo nelle vie di questa cittadina che è bellissima. Siamo a due passi dal museo di arte contemporanea più importante d’Italia (il Castello di Rivoli) e quindi questo richiamo per noi è fondamentale, ovvero trovare location che siano adatte al nostro spirito e alla nostra filosofia e al nostro pensiero artistico. Ognuno di questi artisti ha una sua personalità ed un proprio messaggio artistico, ed esprimono un proprio intelletto, perché l’arte è anche ciò”.

bonus

La curatrice della mostra Angela Calderan ha affermato che l’arte è espressione di una “libertà creativa, perché ci permette di poter scegliere il figurativo piuttosto che l’astratto al giorno d’oggi, e con grande libertà i nostri artisti hanno scelto il linguaggio più adatto alla propria espressione”, che ha anche definito l’ambiente rivolese “stimolante”

Il Vicesindaco Laura Adduce (Lega) ha dichiarato “Io amo la miscela tra figurativo ed astratto. Per me è importante valorizzare con opere così importanti il Museo La Casa del Conte Verde, e ci tenevo a far rientrare questa collettiva con l’inaugurazione di Rivoli Beach, così da poter invogliare le persone che vengono per godere delle spiagge a visitare La Casa del Conte Verde per ammirare le opere di questi importanti artisti contemporanei”.

Rispondi