Positivi al Covid e nonostante ciò andavano in giro violando la quarantena: è ciò che hanno scoperto i carabinieri fermando due persone rispettivamente a Caselle Torinese e a Locana in val d’Orco. Nel primo caso i carabinieri di Caselle nel pomeriggio di ieri, hanno fermato un operaio che tornava da lavorare in una fabbrica di Avigliana nella quale era andato ugualmente a lavorare nonostante la positività. Fermato dalla pattuglia, l’operaio 60enne
ha consegnato l’autocertificazione ma è bastata una verifica per scoprire che le generalità dell’operaio erano nell’elenco dei positivi sottoposti a quarantena obbligatoria. L’operaio è stato denunciato e immediatamente è partito il lavoro per tracciare i suoi contatti e cercare chi potrebbe essere stato contagiato.

Stessa sorte per il secondo fermato in valle Orco, un professionista di 58 anni.
Anche lui positivo era in auto con la famiglia senza alcuna protezione e anche lui è stato denunciato dalle autorità. Ora toccherà all’asl TO4 tracciare eventuali contatti che l’uomo, positivo al Covid e in quarantena, potrebbe aver avuto.

Articolo precedenteRivoli, il consiglio comunale per liberare i pescatori italiani (M5S astenuti)
Articolo successivoL’Oms traccia un bollettino di ‘guerra’

Rispondi