A San Gillio è stato scoperto un vero e proprio centro estivo per ragazzini di età compresa tra i 10 e i 12 anni, peccato che la struttura non fosse a norma.

Oltre la struttura, costruita in una zona sismica, all’interno sono stati trovati 40 kg di carne di dubbia provenienza e privi delle etichette che ne constatano la provenienza, data scadenza e confezionamento.
La carne ogni giorno finiva nei piatti degli ignari ragazzini, che oltre ad essere ospitati dalla struttura per attività di svago, venivano nutriti con alimenti mal conservati. Nella struttura è stata trovata anche muffa.

Il gestore del centro dovrà pagare una multa intorno ai 25.000 euro e ovviamente il posto è stato immediatamente chiuso.

Articolo precedenteLa ‘Lega Giovani’ sigla una partnership con i ‘Giovani Repubblicani di New York’
Articolo successivoCagnolino abbandonato sul balcone per ore, salvato (stremato) dai vigili

Rispondi