“Nel grand tour delle ‘democratiche intimidazioni’ a Giorgia Meloni e a Fratelli d’Italia oggi è il turno del sedicente intellettuale Tomaso Montanari il quale raglia la necessità di abbattere ‘con lo scoppio’ il presidente di Fdi e invoca piazzale Loreto. Raro esempio di una allucinata e allucinante sinistra ormai senza armi politiche contro l’affermazione di Giorgia Meloni, Montanari conferma il volto violento, livoroso e rabbioso della sinistra intellettuale e salottiera. È il grottesco epilogo di una intera generazione di pseudo intellettuali di sinistra talmente consapevole del proprio fallimento generazionale di doversi ridurre a sedute di evocazioni spiritiche violente, auspicando l’intervento armato dei partigiani. Montanari, toc toc: siamo nel 2020″.

Lo dichiara Andrea Delmastro, deputato di Fratelli d’Italia.

bonus

Rispondi