La Rsu del Centro di produzione Rai di Torino ha proclamato oggi una giornata di sciopero. E non solo: 30 giorni di blocco degli straordinari e delle prestazioni accessorie. Il tutto per sollecitare l’azienda “a risolvere la grave carenza di organico. Causata dal mancato reintegro del personale che negli ultimi anni è andato in pensione anche grazie agli esodi incentivati”.

“Questo colpevole disinteresse da parte dell’azienda verso l’insediamento torinese – si legge in una nota – causa un aumento degli appalti. Anche per la realizzazione delle normali attività produttive. La Rsu chiede con forza il rilancio del Centro Produzione di Torino. Con investimenti tecnologici, reintegro degli organici e assegnazione di produzioni tv di qualità e continuative nel tempo”.

Articolo precedenteIncendi in borgo Aurora, auto e cassonetti in fiamme
Articolo successivoTorino Tricolore, nella notte “coperte e pasti ai senzatetto”
Giornale indipendente di Torino.

Rispondi