Il Coordinamento Nazionale Amministratori Locali No Green Pass comunica agli organi di stampa che nella data odierna ha depositato presso la Stazione dei Carabinieri della città di Chieri, un atto al vaglio della magistratura affinché si proceda nella verifica della legittimità dei provvedimenti emanati dal Governo nei decreti legge che si sono susseguiti a partire dal DL n. 44 del 1/04/2021 arrivando ai decreti legge emanati nel corso delle festività (n. 221/2021 del 24 dicembre, n. 229/2021 del 30 dicembre e n. 1/2022 del 7 gennaio 2022).

Ci eravamo promessi, come Coordinamento Nazionale, di essere l’ultimo baluardo delle libertà costituzionalmente sancite e per questo motivo abbiamo deciso di procedere attraverso gli strumenti democratici a nostra disposizione.

La denuncia è stata depositata dall’intero Ufficio di Presidenza composto dal Presidente Lauria Giuseppe e dai due Vicepresidenti Furgiuele Luigi e Borrini Antonio.

Questa iniziativa verrà allargata non sono a tutti gli amministratori sul territorio nazionale che vorranno aderire, ma tutti i cittadini che lo riterranno opportuno.
Come cittadini italiani e soprattutto come amministratori locali,
siamo certi che la magistratura farà il suo corso.

Giuseppe Lauria, Presidente Coord. Nazionale Amm. Locali No Green Pass

Luigi Furgiuele, Vicepresidente Coord. Nazionale Amm. Locali No Green Pass

Antonio Borrini, Vicepresidente Coord. Nazionale Amm. Locali No Green Pass

Articolo precedenteIl Piemonte “resiste” e rimane in zona gialla
Articolo successivoBorgo Vittoria, tenta a più riprese di rubare una cassaforte
Giornale indipendente di Torino.

Rispondi