È stata confermata l’accusa di omicidio preterintenzionale per i quattro giovani accusati di avere scatenato il panico tra la folla in Piazza San Carlo a Torino la sera del 3 giugno 2017 durante la proiezione su maxischermo della finale di Champions League Juventus-Real Madrid.

Lo ha deciso la Corte di Assise di appello. Le condanne restano comprese fra i 10 anni 4 mesi e 20 giorni e i 10 anni 3 mesi e 24 giorni. I quattro, in piazza, si servirono di spray al peperoncino per commettere delle rapine: le ondate di panico provocarono 1500 feriti e più tardi la morte di due donne.

Articolo precedentePino Torinese, scoperte armi e ricettazione di lusso in operazione antidroga
Articolo successivoZambaia (Lega): ‘Carmagnola potenzia le terapie intensive’
Giornale indipendente di Torino.

Rispondi