Sono 10 le ‘Scuole polo’ piemontesi che riceveranno un finanziamento dall’assessorato all’Istruzione della Regione per iniziative di formazione dei docenti contro bullismo e cyberbullismo.

Le risorse stanziate complessivamente ammontano a 140 mila euro e sono destinate a istituti che hanno partecipato al bando collegato all’ampliamento dell’offerta formativa. 3 nella Città metropolitana di Torino, altrettante nel Cuneese, 1 nell’Alessandrino, 1 nell’Astigiano, 1 nel Biellese, 1 nel Verbano-Cusio-Ossola. I corsi saranno tutti svolti entro il 31 agosto prossimo.

“Mai come in questo momento storico – dice l’assessore regionale Elena Chiorino – si rende necessaria una presa di posizione congiunta tra istituzioni, scuole e famiglie. Per promuovere attività di sensibilizzazione che favoriscano azioni ancora più incisive nella prevenzione di bullismo e cyberbullismo in classe”.

La novità del bando 2021/2022 è l’approfondimento formativo legato all’uso dei social media. “Il cyberbullismo – sottolinea l’assessore Chiorino – è una configurazione ancor più subdola di bullismo. Poiché si nasconde più facilmente dietro l’anonimato offerto da internet e veicolando messaggi offensivi più velocemente ad un pubblico molto più vasto. Per questo ritengo sia fondamentale che, proprio a scuola, vi sia un monitoraggio costante. Da parte di un personale che sia formato e attento ai ‘campanelli di allarme’ che provengono dagli studenti”.

Per l’anno scolastico 20/21, nonostante le difficoltà dettate dalla pandemia e dalla didattica a distanza, sono stati realizzati 33 percorsi formativi. Con un coinvolgimento di 1.214 docenti sul territorio piemontese.

Articolo precedenteScuola e Covid, le nuove regole per quarantena e tamponi
Articolo successivoDomodossola, ex assessore allo sport muore dal balcone mentre cambia lampadina
Giornale indipendente di Torino.

Rispondi