Alla luce della “nuova ondata” il Piemonte si fissa una nuova sfida: almeno la prima dose di vaccino a tutti i piemontesi. È una bella e ardua sfida per il responsabile per la parte giuridica e amministrativa dell’Unità di Crisi, Antonio Rinaudo.

Piemonte, la prima dose di vaccino per l’intera popolazione regionale

“Se le cose andranno come previsto e considerando che presto potremo disporre di nuovi vaccini – ha affermato il magistrato – possiamo ipotizzare di coprire almeno con la prima dose entro dicembre l’intera popolazione regionale. Si inizieranno a vaccinare le 6.000 persone disabili che vivono nei centri e nelle comunità regionali, e gli over 60 che presentano particolari patologie”.

Intanto il Piemonte e l’Italia si colorano di rosso ed a un anno dallo scoppio della pandemia poco si è fatto. Il pericolo è che siano le stesse “strategie”, le solite promesse e pochi risultati.

Articolo precedentePiemonte, anche Crescentino in zona rossa
Articolo successivo5 dipinti del 700 rubati, torneranno nel Castello di Moretta

Rispondi