Continua la campagna tesseramento delle sezioni Lega piemontesi, ma anche la raccolta firme per la tutela del made in Italy. A seguito della decisione presa dall’UE di coltivare larve da essiccare ed utilizzare come farina alimentare.

Così il segretario cittadino e consigliere Comunale di Grugliasco della Lega Giovanni Parisi, in un comunicato stampa: “finalmente abbiamo potuto riprendere la nostra attività sul territorio. Sono davvero tante le persone che sabato scorso e ieri mattina a Grugliasco sono passate al gazebo allestito nel mercato di Viale Echirolles. Dove è stato possibile effettuare il tesseramento alla Lega per l’anno 2021″.

“Numerose sono anche le firme raccolte in questi due week-end per l’iniziativa #MangiaComeParli. Nella quale si impegna il Governo a difendere in ogni sede i prodotti, le aziende ed i lavoratori del settore agroalimentare italiano. Parte integrante della nostra storia, cultura e tradizione e che, come la dieta mediterranea riconosciuta dall’Unesco, rappresentano un patrimonio per l’intera Umanità”.

Parisi prosegue: “Continueremo ancora nei prossimi fine settimana il tesseramento e la raccolta firme in difesa del Made in Italy e delle eccellenze delle produzioni italiane. Contro Nutriscore, vino senza alcol, carne e latte da sintesi di laboratorio e farine di insetti!”

Articolo precedentePrimarie centrosinistra Torino, un flop che fa perdere tutti i candidati
Articolo successivoIl giusnaturalismo dagli antichi ai moderni filosofi

Rispondi