Questa mattina occupazione simbolica al liceo Volta di Torino contro la dad, decine di studenti in sciopero dalle lezioni, sia in presenza nell’aula magna e sia a distanza. Un gesto per chiedere certezze sul ritorno al 100%, e non al 50%.

“Da settembre a oggi non è cambiato nulla” denunciano i manifestanti. “Vogliamo un rientro in sicurezza. La maggior parte di noi utilizza quotidianamente i mezzi pubblici che quasi sempre continuano ad essere troppo affollati. Nonostante le misure attuate a seguito delle lamentele precedenti la situazione è praticamente invariata rispetto allo scorso settembre”.

La protesta è monitorata dalla preside e secondo gli studenti “tutto si è svolto nel pieno rispetto delle norme scolastiche di sicurezza coerentemente con le richieste. Vogliamo lanciare un segnale per dire che anche noi studenti del Volta ci opponiamo al modello che ci è stato proposto negli ultimi mesi. Sappiamo che è una situazione difficile e senza precedenti ma vogliamo ricordare a tutti, e in particolare alla classe politica, che la scuola è una priorità e non deve essere sempre messa all’ultimo posto”.

“È inaccettabile che quasi un anno dopo l’inizio della pandemia gli studenti e i docenti continuino a non avere certezze sulle modalità di rientro e d’esame. Le quinte di quest’anno hanno alle spalle quasi un anno di dad”, concludono gli studenti, che domani manifesteranno in piazza.

Articolo precedenteRistorazione, petizione Fipe: ‘lavorare anche in zona arancio’
Articolo successivoSusa, ex sindaco di Gravere precipita dal balcone

Rispondi