Negli ultimi giorni, in alcuni comuni del torinese, si sono verificate diverse aggressioni ai danni degli autisti del TPL. Da parte di ragazzi che non rispettano le norme anti Covid-19 e che reagiscono in maniera aggressiva nei confronti degli autisti che devono farle osservare. Nonchè da parte di cittadini extracomunitari.

Il Consigliere Regionale Sara Zambaia (Lega) afferma che “serve più sicurezza per autisti e utenti. A Pinerolo un autista di un bus di linea è stato minacciato e malmenato da un nigeriano, dopo averlo invitato ad acquistare il biglietto per usufruire del servizio. Mentre a Nichelino al capolinea della linea 35 un autista è stato aggredito mentre si trovava nel bagno chimico lungo la strada. Poi a Castellamonte un autista è stato aggredito a sassate da ragazzi che non volevano indossare la mascherina causandogli 7 giorni di prognosi”.

“Questi sono solo alcuni degli ultimi episodi che testimoniano le terribili condizioni nelle quali sono costretti a lavorare i dipendenti del trasporto pubblico locale. A loro va la mia completa solidarietà. Oltre agli attestati di stima, però, occorre intervenire per mettere gli autisti dei mezzi di trasporto pubblico nelle condizioni di adempiere in totale sicurezza al proprio lavoro. Che offre un servizio di pubblica utilità alla cittadinanza.”

Articolo precedenteFinale Europei: Appendino firma ordinanza anti-feste
Articolo successivoCiriè, 39enne accoltellato all’addome

Rispondi