Le nuove ecoisole smart per la raccolta dei rifiuti urbani non hanno avuto l’effetto ipotizzato dall’amministrazione comunale. All’interno della circoscrizione 5, che comprende Borgo Vittoria, Madonna di Campagna, Vallette e Lucento, le suddette sono ridotte a discariche urbane a cielo aperto.

Lo stoccaggio dei rifiuti già a livello casalingo non è facilitato dalle nuove disposizioni, inoltre per alcuni tipi di rifiuti esiste il punto interrogativo di dove debba essere gettato.
La capienza dei container è molto ridotta rispetto a quanti numeri civici le sono stati assegnati. E le nuove Ecoisole sono in numero molto ridotto rispetto ai vecchi cassonetti per i rifiuti ormai scomparsi dalle vie cittadine.
Altra problematica è la tessera elettronica, consegnata alle famiglie, che ancora non è in funzione nella maggior parte dei punti di raccolta.

L’insieme di questo stato di cose fa si che la situazione sia peggiorata rispetto al passato. E il decoro dei marciapiedi è ad un livello estremamente basso. Senza contare l’odore nauseabondo che è presente nelle vicinanze delle isole.
L’amministrazione cittadina dovrà prendere dei provvedimenti urgenti per arginare il malfunzionamento della raccolta rifiuti.

Articolo precedenteIncendio in via Po, brucia il Xò, l’ex “angelo azzurro”
Articolo successivoNella notte un’ora di assalto No Tav a San Didero
Cronaca, quartieri, politica, esteri

Rispondi