Vaccinare i maturandi per garantire un esame sicuro per tutti. La proposta che si sta alzando da più parti è sostenuta anche dal presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio. Che ricorda: “Io proposi la vaccinazione per i maturandi, prima regione d’Italia, già mesi fa. Allora però dovevamo ancora mettere in sicurezza gli over 80. Era comunque una riflessione che già avevamo messo sul tappeto”.

“Credo che ogni decisione che vada nella direzione di tutelare fette importanti della popolazione sia giusta. I maturandi sono evidentemente ragazzi, che hanno patito molto, come tutti i giovani. Ma loro con una sfortuna in più: chiuderanno, infatti, il loro percorso di studi delle superiori dopo due anni di Covid” prosegue.

E il governatore non ha timori: “noi siamo pronti a fare 70-80mila dosi al giorno, oggi ne facciamo 30-32mila. Perchè è il target delle dosi che abbiamo, la benzina che abbiamo nel serbatoio. Ma siamo in grado di raddoppiarlo e ora con le farmacie di triplicarlo”.

“Le aziende sono pronte, l’esercito del Piemonte è molto performante e ben schierato. Ci diano altre munizioni”, ha concluso Cirio, “ed entro l’estate mettiamo in sicurezza tutti”.

Articolo precedentePiemonte, 60 immigrati in arrivo dagli ultimi sbarchi a Lampedusa
Articolo successivoTragedia a Sant’Antonino di Susa. Donna investita da un treno
Giornale indipendente di Torino.

Rispondi