Decine gli striscioni affissi da CasaPound nelle principali città italiane a sostegno dello sciopero dei portuali che da Trieste si sta estendendo a tutta Italia. Chiaro il messaggio: “Dal 1954 porto, faro, orgoglio italiano. Tutta Italia come Trieste. #nogreenpass”.

“Il Governo si è illuso di poter limitare i diritti dei lavoratori senza colpo ferire. E ora ne paga le conseguenze – si legge in una nota diffusa dal movimento – Da Trieste lo sciopero dei portuali si sta diffondendo a macchia d’olio ad altri porti. E soprattutto ad altri settori e non saranno certo patetiche concessioni a fermare la rabbia dei lavoratori italiani. Ci troviamo di fronte a una situazione completamente surreale. Chiunque osi opporsi a provvedimenti palesemente inadeguati, viene additato come un nemico del popolo dagli stessi squallidi personaggi che fino a ieri si sono indignati per l’assalto alla sede della CGIL. Cianciando di diritti dei lavoratori. Ci chiediamo con che faccia ora chiedono licenziamenti e multe per i lavoratori che protestano rivendicando un loro diritto. Il sostegno di CasaPound va ovviamente a chi in questi giorni mette a rischio la propria sicurezza economica e lavorativa per una battaglia, quella contro il green pass. Che è di tutti e per tutti: il nostro non è e non sarà mai un popolo di manovrabili burattini”.

Articolo precedenteStatue tatuate, la mostra di Fabio Viale a Torino
Articolo successivoGli errori del centrodestra alle amministrative premiano il PD nei sondaggi
I Comunicati Stampa arrivati in redazione

Rispondi