Alcune migliaia di persone si sono ritrovate stasera in piazza Castello, a Torino, per protestare contro il green pass. Concesso a chi si è sottoposto al vaccino anti-Covid. La manifestazione è stata promossa nei giorni scorsi sui social network da un gruppo di cittadini che si definisce “apartitico”.

I manifestanti hanno urlato “Libertà, Libertà” e “No green pass, no green pass”. Riservando bordate di fischi al nome del generale Figliuolo.

“Siamo circondati da disinformazione e censura – ha detto dal palco allestito in piazza Maurizio Giordano, che di professione è avvocato – il green pass è inconcepibile non solo dal punto di vista costituzionale ma anche umano. Stiamo arrivando a passi molto veloci a una dittatura”.

Articolo precedenteAssalto al cantiere TAV, i centri sociali rivendicano l’azione
Articolo successivo“Incidente con un cinghiale”, ma aveva travolto un ciclista a Ivrea
Giornale indipendente di Torino.

Rispondi