La ripartenza dello shopping sarebbe alle porte, proprio per Natale secondo il governatore del Piemonte, Alberto Cirio.
Ormai si aspetta solo il semaforo arancione per riaprire le attività commerciali e Alberto Cirio che vede il Piemonte sempre più fuori dalla zona rossa.
“Credo che sia ragionevole darci come obiettivo per la riapertura delle attività commerciali i giorni che vanno dal primo al 3-4 dicembre. In modo da essere pronti per un momento commercialmente importante quale è il lungo ponte dell’Immacolata”.

Cirio, lo shopping e Natale in Piemonte

“I termini sono chiari” – ha spiegato il governatore del Piemonte nel corso di una conferenza stampa. – “Noi abbiamo necessità di rimanere 14 giorni con i dati sanitari della zona arancione per diventare effettivamente zona arancione. La scadenza è venerdì 27 alle ore 24. Quindi vuol dire che nella giornata di sabato il Cts dovrebbe certificarli e trasmetterli al ministero. A quel punto, dobbiamo attendere la riclassificazione del Regioni da parte del ministro”.

Le riaperture avverranno, avvisa il Presidente della Regione, con “regole molto chiare e molto precise, che valgano per il piccolo negozio, ma anche e soprattutto per il grande centro commerciale, per la grande distribuzione. Anche per quelle aree urbane che si chiamano centri commerciali naturali e che potrebbero essere luoghi di assembramento”.

La giunta piemontese è dunque già al lavoro per le linee guida per i commercianti. E’ già stato fissato un tavolo con il prefetto: ”Noi vogliamo riaprire ma vogliamo farlo per sempre: non possiamo più correre rischi, e ce lo chiedono gli operatori per primi. Per raggiungere questo obiettivo serve una modalità di vita che cambia, con più regole e consapevolezza”.

Articolo precedenteIl servizio delivery ‘Eraway’ di ‘EraGoffi’ raggiungerà anche le valli di Torino
Articolo successivoIl Piemonte contro i colossi del Web: proposta la “Web tax Covid”
Giornale indipendente di Torino.

2 Commenti

  1. si grazie per la riapertura ma se poi non ci possiamo muovere per fare gli acquist? Mica tutti abitano in città e comperare nelle cittadine costa il doppio e non ce lo possiamo certo permettere tutti. ma ad arrivarci no?

Rispondi