Gigantografie di Italo Balbo affisse davanti all’Aeroporto di Torino-Aeritalia e nei pressi di aeroporti e sedi dell’aeronautica in tutta Italia. Questa la risposta di CasaPound Italia alla decisione del Ministero della Difesa di rimuovere il nome di Balbo dai veivoli del 31esimo Stormo dell’Aeronautica Militare.

“In una situazione di dissesto sociale ed economico è tragicomico che personaggi come Frantoianni si preoccupino solo di tentare di cancellare la storia del nostro paese. Senza per altro conoscerla” si legge in una nota del movimento. “Del resto, nessuna sorpresa: chi vive di nulla ed è nulla altro non può fare che tentare di cancellare la memoria di giganti. Con i quali non potrà mai competere o confrontarsi. A Frantoianni e sodali non rimane, nella loro piccolezza, che provare a cancellare eroi, storia e radici, come i terroristi dell’Isis han tentato di fare con le rovine di Palmira”.

“E proprio come a Palmira, dove, nonostante la distruzione, si può ancora respirare la grandezza e la magnificenza del tempio di Baal, così avverrà ora. Il nome di Italo Balbo rimarrà impresso negli annali della storia, quello di Fratoianni e dei nuovi talebani democratici finirà dove merita: nel nulla”.

Articolo precedentePaura in tangenziale, autoarticolato perde 75 metri di lama d’acciaio
Articolo successivoCanavese, muore in ospizio il serial killer Patrick Max Schaff
Giornale indipendente di Torino.

Rispondi