Una storia a lieto fine per una signora di 83 anni residente nel quartiere San Donato. Iniziata il 26 maggio, dove l’anziana si recava con la figlia al bancomat in Piazza Massaua per prelevare la somma di 1000 euro. Soldi successivamente persi. Passato ormai un mese da quel 26 Maggio una serie di favorevoli circostanze hanno concorso ad un lieto fine.

I fatti

Pochi giorni dopo la perdita, i poliziotti del Comm.to San Donato nell’ambito di indagini volte alla individuazione dell’autore di un furto di un bancomat, avevano richiesto al titolare di un distributore di benzina di via Pietro Cossa le immagini di videosorveglianza dell’impianto proprio dello scorso 26 Maggio.

L’uomo, a quel punto, chiedeva ai poliziotti se per caso non fossero lì alla ricerca della somma che lui stesso aveva ritrovato proprio quel giorno per terra. E che aveva custodito nella cassa, in attesa che qualcuno venisse a reclamarla. Pertanto, consegnava il denaro agli agenti, i quali si attivavano subito per rintracciare la proprietaria.

Le immagini di videosorveglianza

Dalle immagini di videosorveglianza dello stesso distributore, i poliziotti potevano avvedersi del momento in cui una donna anziana, transitando davanti all’area di servizio, perdeva qualcosa dalle tasche. Contattati gli istituti bancari della  zona e incrociando i dati, risalivano alla identità di una donna, italiana di 83 anni che appunto nel pomeriggio del 26 Maggio scorso aveva effettuato un prelievo di 1000 €.

La pensione, due mensilità perse

La donna, convocata negli uffici del Comm.to insieme alla figlia, spiegava per bene quanto era accaduto: quel pomeriggio si era recata allo sportello bancomat del proprio istituto di credito, insieme alla figlia, a prelevare una somma importante, corrispondente a due mensilità della pensione. In quanto avrebbe dovuto effettuare dei pagamenti urgenti.

Aveva dunque riposto le banconote nelle tasca dei pantaloni, chiudendo poi la tasca tramite una spilla. Si era poi diretta, sempre in compagnia della figlia, verso casa. Unica sosta, dal panettiere: in quella occasione la signora si rendeva conto che la cifra appena prelevata le era caduta dalla tasca in quanto la spilla non si era chiusa per bene.

La donna non sporse denuncia

Nonostante avessero effettuato tutto il tragitto a ritroso, le due donne non erano riuscite a ritrovare il denaro perso. Certa di non essere stata borseggiata da nessuno, l’83enne non aveva sporto alcuna denuncia in merito. I poliziotti, ricostruito esattamente quanto accaduto, hanno dunque potuto riconsegnare all’anziana la somma di denaro che aveva smarrito.

Articolo precedenteMeteo: atteso caldo con punte di 35 gradi sul Piemonte
Articolo successivoCrack in Barriera, arrestato pusher senegalese irregolare
Giornale indipendente di Torino.

Rispondi