Un esemplare di volpe femmina, incastrata all’interno di una parete di uno stabilimento industriale a Sparone, nel Canavese. Si era infilata passando attraverso un buco, dalla quale non riusciva più a uscire.

Il Centro Animali Non Convenzionali di Grugliasco ha effettuato il salvataggio e ha dovuto anche anestetizzare l’animale per riuscire a estrarlo e metterlo in sicurezza.

Il salvataggio della volpe nella fabbrica del canavese

Un salvataggio che rientra tra gli interventi previsti dalla convenzione attivata dalla Città Metropolitana. Con l’ausilio diretto della Struttura didattica speciale Veterinaria dell’Università di Torino per il recupero in campo della fauna selvatica.

Al momento la volpe è ricoverata in clinica veterinaria per maggiori accertamenti.

Altre notizie dal Canavese: Sequestro da 29 milioni di euro.

Articolo precedenteVolpiano, scoperto tesoro archeologico: coppe in vetro e 44 tombe romane
Articolo successivoPreso ‘Lupin 2.0’ a Torino. E si complimenta con la polizia…

Rispondi