Zona gialla anticipata al 26 di Aprile. È questo il succo della conferenza stampa di oggi pomeriggio del premier Mario Draghi.

Zona gialla sì, ma con un cambiamento rispetto al passato. Si dà precedenza all’attività all’aperto, anche la ristorazione a pranzo a cena e alle scuole tutte. Che riaprono completamente in presenza nelle zone gialla e arancione.

Le parole di Draghi sulle riaperture dal 26 Aprile

“Mentre in zona rossa vi sono modalità che suddividono in parte in presenza e in parte a distanza” ha affermato il premier. E ancora: “la campagna di vaccinazione va bene, con tante sorprese positive e qualcuna negativa. Questo è stato fondamentale per prendere le decisioni sulle riaperture”.

“Questo rischio – ha dichiarato Draghi – che incontra le aspettative dei cittadini si fonda su una premessa. Che i comportamenti siano osservati scrupolosamente, come mascherine e distanziamenti, nelle realtà riaperte”. “In questo modo il rischio si trasforma in opportunità”.

“Gli spostamenti saranno consentiti tra regioni gialle e con un pass tra regioni di colori diversi”, ha spiegato Draghi.

Articolo precedentePiazza Carignano, stranieri picchiano e derubano studente
Articolo successivoLa delazione è sempre stata considerata spregevole

Rispondi