Una triste storia di revenge porn a Torino, in un comune in provincia. La storia ha coinvolto una maestra d’asilo, la quale si è vista pubblicato un video hard inviato al ragazzo che stava frequentando. Il ragazzo ha pubblicato il video sulla chat del calcetto facendo saltare il posto alla maestra.

Adesso però la direttrice che l’ha licenziata è a processo per diffamazione, insieme ad un’altra donna che aveva segnalato il video alla dirigente della scuola. E per l’ex fidanzato è scattato un anno di servizi socialmente utili e il risarcimento del danno.

I due si stavano frequentando da un breve periodo, la maestra manda 18 foto e un video hard dove è riconoscibile per un dettaglio. La storia dopo un po’ termina, ma il ragazzo decide di pubblicare il video sulla chat di whatsapp del calcetto. Il video viene visto dalla moglie di uno dei partecipanti alla chat che riconosce la donna, perché maestra nell’asilo del suo bambino.

Revenge Porn a Torino, la diffusione

E così parte la catena social dove la donna spedisce il video ad altre mamme e poi passa a minacciarla:
«Guai a te se lo denunci o lo dici in giro», le dice, altrimenti lo dirò a tutti. La notizia arriva comunque all’asilo e viene avvertita la dirigente.
La vittima non si fa però intimidire e si convince a denunciare. A questo punto, secondo le indagini condotte dal pm Ruggero Crupi, la maestra viene licenziata dalla direttrice scolastica, la quale spiega anche in pubblico il motivo dell’allontanamento. Le avrebbe anche ‘assicurato’ che, in questo modo, non avrebbe più trovato lavoro. Adesso la dirigente dovrà rispondere di diffamazione. La causa di lavoro è stata invece transata.

Quanto all’ex fidanzato che ha pubblicato il video, il giudice Modestino Villani ha accolto la sua richiesta di messa alla prova. All’uomo ha disposto un anno di lavori socialmente utili, per otto ore alla settimana, senza pause stagionali. Il ragazzo ha risarcito e sta seguendo il percorso sulla messa alla prova.

Nasce la campagna #iostoconlamaestra

Articolo precedenteRapina in Metro, rumeno sbatte la testa di una donna contro il muro
Articolo successivoGiustizia, Delmastro contro Evangelista ‘gravi parole, M5S chiarisca’

1 commento

Rispondi