L’allenatore serbo Sinisa Mihajlovic fa il punto sul suo stato di salute: “Mi sento più forte di prima, sono molto contento. Il peggio dovrebbe essere passato”.

È passato quasi un anno dall’annuncio di avere la leucemia e l’allenatore del Bologna parla in conferenza stampa come testimonial dell’iniziativa dell’AIL ‘Con Sinisa per la Ricerca’, campagna a sostegno dei ricercatori dell’Istituto di ematologia Seragnoli del policlinico Sant’Orsola di Bologna.

L’ex calciatore balcanico prosegue: “Da due mesi faccio dieci chilometri di corsa, alzo i pesi e l’importante è fare ciò che ci si sente. Ci sono stati momenti in cui mi sentivo stanco, all’inizio, poi piano piano mi sono ripreso. Ci vuole un anno affinché si possa tornare alla normalità, anche se dipende da persona a persona. L’importante è non esagerare e non fare l’eroe. Mi sento bene, grazie al mio fisico ma soprattutto grazie ai medici che mi hanno seguito in maniera meravigliosa e senza sbagliare un colpo”.

Una notizia che fa piacere a tutti gli estimatori di un grande uomo come Sinisa.

Articolo precedenteCrisi auto, Chiorino ‘pronti a tutto per far ripartire il settore’ e lancia progetto ‘academy’
Articolo successivoAvvisi di garanzia a agenti penitenziari: solidarietà del centrodestra
Cronaca, quartieri, politica, esteri

Rispondi