Questa mattina, a Scarmagno, Italvolt ha sottoscritto con Prelios un accordo vincolante per l’acquisto dell’area ex Olivetti. L’ex sito Olivetti, di un milione di metri quadri tra Scarmagno e Romano Canavese, sarà la sede di una gigafactory per la produzione e lo stoccaggio di batterie a ioni di litio.

Le parole del fondatore di Italvolt

“L’accordo con Prelios rappresenta un passo chiave nel nostro progetto d’acquisto dell’area rispetta le tempistiche. Si tratta di una zona dismessa che ha un ampio potenziale. E che restituiremo al contesto locale offrendo posti di lavoro e riqualificazione dell’ambiente”.

Nella conferenza stampa, spiegano gli amministratori, che il prossimo step è l’ottenimento dei permessi di costruzione attesi per l’inizio del 2022. Il nuovo impianto, di 300 mila metri quadri, sarà progettato dalla divisione architettura di Pininfarina. Quella di Scarmagno diventerà la più grande gigafactory del sud Europa. L’investimento complessivo è di circa 3,4 miliardi di euro“.

Articolo precedenteIn Piemonte 33.600 test salivari (per ora) per le scuole elementari
Articolo successivoMetro ancora out tra Porta Nuova e Bengasi. Pesanti disagi

Rispondi