Nel “Giorno del Ricordo”, ieri sera 10 Febbraio 2022 alle ore 20.30, circa 200 fiaccole hanno illuminato la lapide di corso Cincinnato a Torino. Targa posta a Torino nel 2005 e che ricorda la tragedia delle foibe e l’esodo da Istria, Fiume e Dalmazia. La manifestazione è organizzata dal Comitato 10 Febbraio, come altre centinaia in Italia.

“Una ricorrenza istituita per legge ma che, ancora oggi, è ricordata controvoglia dalle Istituzioni di alcune parti politiche”. Dichiarano gli organizzatori. “Un genocidio anti-italiano che spesso non è nemmeno raccontato nelle scuole”.

Giorno del ricordo, antifascisti provano la contestazione ma si trovano solo in 50

Una piccola manifestazione “antifascista” ha cercato di disturbare la manifestazione, a circa 500 metri e controllati dalla polizia. Presenti poche persone (circa 50 secondo la questura). A termine manifestazione un gruppo degli aderenti al ricordo delle foibe non ha accettato le provocazioni ed ha provato a raggiungere gli antagonisti. “Saremo sempre pronti e determinati a rispondere colpo su colpo a negazionisti e giustificazionisti” scrive sulla propria pagina Torino Tricolore. “Perché molto è stato fatto ma c’è ancora molto da fare. E la verità, che finalmente sta venendo a galla, va difesa, condivisa e trasmessa”.

Articolo precedenteMalmenò 17enne a Mirafiori durante un controllo, poliziotto a giudizio
Articolo successivoBaciò l’amica in una pausa di lavoro, denunciato per violenza sessuale. Assolto
Giornale indipendente di Torino.

Rispondi