La donna è riuscita a chiamare i Carabinieri della stazione di Livorno Ferraris, che hanno arrestato un 54enne di origine siciliana per resistenza e maltrattamenti in famiglia e deferendolo per minaccia aggravata e lesioni personali.

Verso le 21, una donna di Saluggia ha telefonato alla Centrale Operativa di Vercelli per segnalare una lite in atto in casa con il suo ex convivente. Sul posto subito inviata una pattuglia dei Carabinieri di Livorno Ferraris. Gli uomini dell’Arma, giunti sul posto, hanno constatato la veridicità della richiesta.

L’uomo, un 54 enne di origine siciliana, non accettava la fine della relazione e in preda ad una crisi di nervi aveva iniziato a minacciare l’ex convivente con un grosso coltello da cucina. I Carabinieri hanno cercato di calmare l’uomo che all’improvviso si è divincolato e liberatosi dalla presa dei militari è riuscito a colpire al volto la donna con un pugno. A seguito del colpo la vittima è stata accompagnata all’ospedale di Chivasso dove è stata medicata e dimessa con una prognosi di 10 giorni.

L’uomo, è stato arrestato per maltrattamenti e resistenza a Pubblico Ufficiale nonché denunciato per minaccia aggravata e lesioni personali. Accompagnato in caserma, al termine degli accertamenti è poi stato trasportato in carcere a Vercelli su disposizione del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica.

Articolo precedenteSanta Rita, investita sulle strisce da un Suv che scappa
Articolo successivoI Nas bloccano un giro di sostanze dopanti

Rispondi