Nella serata di ieri, la comunità di CasaPound Novara, alla presenza di delegazioni delle altre sezioni piemontesi, ha inaugurato il nuovo monumento eretto a memoria del diciassettenne Vittorio Dorè, Fiamma Bianca, fucilato nel 1945 a guerra già conclusa.

“Questa opera, frutto esclusivo del lavoro dei militanti, ha voluto ricordare e dare dignità a una storia relegata per decenni al silenzio di una piccola croce anonima fuori dalle cinta murarie del cimitero trecatese.

bonus

E’ stato tanto doveroso, quanto naturale, progettare e portare a termine questa opera così che questo ragazzo, poco più che adolescente, venisse ricordato per l’esempio che ci ha lasciato: quello della coerenza verso sé stessi e i propri ideali, finanche alle estreme conseguenze.

In un momento storico in cui sembra normale scagliarsi con impeto distruttivo verso tutto ciò che ci ha preceduto, crediamo invece che scolpire nella roccia il nostro passato non potrà che rendere più solido il nostro futuro”.

Rispondi