Questa mattina il sindaco di Torino Chiara Appendino, sulla sua pagina Facebook, ha dato il via allo scooter sharing chiamato “Zig Zag”. I motorini saranno disponibili nel perimetro che va da Corso Siracusa-Trapani-Lecce a ovest, Corso Regina Margherita a Nord, Lungo Po a Est, Lingotto a Sud, più le zone della Gran Madre e del Cimitero Monumentale.

Il costo sarà di 26 centesimi al minuto. Di fatto però sono escluse le periferie, per un progetto che non tocca le zone a “rischio” tipo Barriera di Milano. L’ azienda infatti dichiara: “si tratta di un primo test e in futuro aumenteremo la flotta, estendendo il servizio anche ai Comuni della cintura» per Chiara Appendino, «è un servizio importante per la città ed è coerente con il modello che stiamo costruendo: spostarsi con mezzi alternativi, non inquinanti e condivisi».

Si parla di ampliare la flotta alla cintura non menzionando minimamente le periferie come appunto i quartieri Aurora e Barriera di Milano, oltre a Madonna di Campagna, Borgo Vittoria e Vallette, ma anche Mirafiori Sud, anche in questa occasione abbandonati al loro destino.

Articolo precedenteSeat Pagine Gialle, assolti i dirigenti
Articolo successivoBorgata Lesna, l’asilo sembra abbandonato

Rispondi