Il Piemonte in zona arancione, da martedì prossimo cambia il colore della regione. Si alleggeriscono così le misure di contenimento del virus, dopo un mese di zona rossa.

Ieri lo aveva annunciato il presidente Alberto Cirio, esprimendo soddisfazione per i dati inviati al Ministero della Salute. E ora arriva la conferma da Roma. L’indice di contagio è sotto 1 e l’incidenza dei contagio ogni 100 mila persone è sotto la soglia dei 250.

Piemonte torna in zona arancione: cosa cambia

Da martedì dunque potranno riaprire i negozi che in queste settimane erano chiusi. Compresi parrucchieri ed estetisti. Mentre resta solo l’asporto per bar e ristoranti.

Rientrano in classe anche i ragazzi della seconda e terza media e al 50 per cento le scuole superiori.
Si toglie anche il “divieto di uscire di casa”, ci si potrà muovere nel proprio comune senza autocertificazione. Mentre al di fuori rimane la regola solo per lavoro o necessità.

Possibile anche fare visita a parenti e amici. Consentiti anche gli spostamenti nelle seconde case.

Articolo precedenteGuardia di finanza: erano in servizio, ma andavano al mare. Arresti
Articolo successivoVia Milano: poliziotti presi a pugni e calci da un gambiano (irregolare)
Giornale indipendente di Torino.

1 commento

Rispondi